play_arrow

keyboard_arrow_right

Listeners:

Top listeners:

skip_previous skip_next
00:00 00:00
playlist_play chevron_left
  • cover play_arrow

    Casa Italia Radio La prima radio con la Casa nel nome e nel cuore

Salute e Benessere - ADNKRONOS

Con nuova tecnica chirurgica anti-obesitĂ  si riduce lo stomaco senza tagli e cicatrici

todaySettembre 1, 2023 1

Sfondo
share close

(Adnkronos) – Le procedure di chirurgia bariatrica diventano sempre piĂą sofisticate e meno invasive. Fra queste, un nuovo intervento di riduzione dello stomaco effettuato totalmente in via trans-orale, come una gastroscopia, e in grado di far perdere tra il 15 e il 20% del peso corporeo. Si chiama “endosleeve” ed è una gastroplastica verticale endoscopica che avviene senza incisione e quindi senza cicatrici. Questa è una delle numerose novitĂ  discusse alla 26esima edizione del congresso mondiale dell’International Federation for the Surgery of Obesity and Metabolic Disorders (Ifso), che si chiude oggi a Napoli e che sta registrando record di presenze: oltre 3 mila partecipanti da 158 diversi Paesi di tutto il mondo.  “Effettuata in pochi centri selezionati, la endosleeve è una recentissima procedura bariatrica endoscopica, chiamata anche Gastroplastica endoscopica o plicatura gastrica trans-orale, che consente di ridurre il volume gastrico usando come accesso la bocca, proprio come avviene in una gastroscopia – spiega Luigi Angrisani, presidente del congresso Ifso e professore associato in Chirurgia generale all’UniversitĂ  Federico II Napoli –. Questa procedura evita quindi l'incisione chirurgica della cavitĂ  addominale consentendo una riduzione del peso in eccesso, seppur piĂą modesta rispetto alla sleeve gastrectomy tradizionale, che può durare circa 2-3 anni”. I pazienti candidabili alla endosleeve sono coloro che hanno un indice di massa corporea (BMI) tra 30 e 40, che non vogliono o che non possono, per etĂ  e comorbiditĂ , sottoporsi a procedure chirurgiche, o pazienti con Bmi maggiore di 40, come “ponte” alla chirurgia tradizionale.  "La endosleeve si esegue in anestesia generale e in sala operatoria utilizzando un gastroscopio, che si fa passare attraverso la bocca, e una cucitrice endoscopica – aggiunge Angrisani –. Una volta posizionato l’apparecchio nello stomaco, si procede alla sutura. La procedura, che è reversibile e ripetibile, richiede una degenza postoperatoria ridotta e un ritorno rapido alle attivitĂ  quotidiane dopo solo qualche giorno”. L’endosleeve rappresenta dunque un'opzione terapeutica mini-invasiva sicura ed efficace che integra e complementa la chirurgia bariatrica. “Ma, in alcuni casi, può essere considerata un’alternativa per quei pazienti non candidabili all’approccio chirurgico tradizionale – evidenzia Angrisani –. Oltre a ridurre le dimensione e il volume dell’organo, consentendo quindi di avvertire il senso di sazietĂ  precocemente, l’endosleeve procura un effetto di regolazione sugli ormoni dell’appetito”. Come per le altre procedure per la perdita di peso, la gastroplastica verticale endoscopica richiede comunque un impegno per uno stile di vita piĂą sano. “Per garantire il successo a lungo termine dell'intervento è dunque sempre necessario apportare modifiche salutari permanenti alla dieta e fare esercizio fisico regolare”, conclude Angrisani. —salutewebinfo@adnkronos.com (Web Info)

Scritto da: Redazione

Rate it

CASA ITALIA RADIO

by Bricks Advisoring and Consulting srls

Via Adriano Fiori 20/c – Roma

PARTITA IVA 15463941003

Iscrizione al TRIBUNALE ORDINARIO DI ROMA  SEZIONE PER LA STAMPA E L’INFORMAZIONE al numero 40/2023 

LICENZA SIAE NUMERO: 202100000684

LICENZA ITSRIGHT NUMERO: 0012816

LICENZA SCF NUMERO: 65/5/22

ISCRIZIONE ROC NUMERO:35357

 
0%