play_arrow

keyboard_arrow_right

Listeners:

Top listeners:

skip_previous skip_next
00:00 00:00
playlist_play chevron_left
  • cover play_arrow

    Casa Italia Radio La prima radio con la Casa nel nome e nel cuore

Lavoro - ADNKRONOS

Cybersicurezza, Crosetto a Digithon: “Sviluppare tecnologie in modo superiore alle minacce”

todaySettembre 2, 2023 1

Sfondo
share close

(Adnkronos) – "Le minacce si sviluppano utilizzando la tecnologia e quindi la Difesa deve difendersi sviluppando in modo ancora superiore la tecnologia. In Italia siamo messi bene perchĂ© abbiamo investito molto, stiamo rincorrendo sulla cyber una perdita di tempo che c’è stata nel passato perchĂ© all’inizio l’intera Europa non ha capito quanto diventasse fondamentale. Stiamo recuperando terreno in modo molto veloce". Lo ha detto il ministro della Difesa, Guido Crosetto arrivando a Bisceglie a Digithon, la maratona digitale fondata da Francesco Boccia.  E dal palco della manifestazione il ministro, intervistato dalla giornalista Myrta Merlino, ha guardato al tema della pace in Ucraina. "C’è un tema che non dobbiamo nasconderci: tu puoi aprire un tavolo di pace -ha continuato- se almeno un giorno, non dico una settimana, ma un giorno smettono di cadere missili su Kiev. Dall’inizio della guerra non c’è stato un solo giorno in cui abbiano smesso di cadere i missili. Se, come dice Putin è disponibile a fare un ragionamento parta da un giorno senza missili e troverĂ  molti di noi pronti a dire iniziamo da qua e vediamo dove riusciamo ad arrivare", ha continuato.  "Io tutti i giorni lavoro -ha spiegato Crosetto- perchĂ© ci siano possibilitĂ  di pace. Sono passati mesi ma uno dei piĂą grandi sostenitori, non solo morale, della missione di pace del cardinale Zuppi (inviato del Papa, ndr) è stato il ministro della Difesa italiano che si è speso in qualunque modo potesse perchĂ© questa missione partisse, perchĂ© ci fosse un dialogo e si concretizzasse”. “La gente è stufa della guerra, è critica come se questa guerra -ha continuato- andasse avanti perchĂ© qualcuno vuole mandarla avanti, magari in Italia. Il tema è un altro: chi vuole mandarla avanti è chi attacca”, ha aggiunto spiegando che “mi rifiuto di abituarmi all’idea che ci sia una lunghissima guerra, continuo a dirlo ai miei colleghi anche due giorni fa a Toledo l’ho detto. Non voglio e non posso ragionare come se questa guerra durasse ancora anni” —lavoro/start-upwebinfo@adnkronos.com (Web Info)

Scritto da: Redazione

Rate it

CASA ITALIA RADIO

by Bricks Advisoring and Consulting srls

Via Adriano Fiori 20/c – Roma

PARTITA IVA 15463941003

Iscrizione al TRIBUNALE ORDINARIO DI ROMA  SEZIONE PER LA STAMPA E L’INFORMAZIONE al numero 40/2023 

LICENZA SIAE NUMERO: 202100000684

LICENZA ITSRIGHT NUMERO: 0012816

LICENZA SCF NUMERO: 65/5/22

ISCRIZIONE ROC NUMERO:35357

 
0%