app-store-badge
googleplay.it_ALL
PLANIMETRIE.NET

PLANIMETRIE.NET

FRIMM

FRIMM

PREFEDIL

PREFEDIL

AGIM

AGIM

CASTRONI COLADIRIENZO

CASTRONI COLADIRIENZO

GRUPPO POLIMAR

GRUPPO POLIMAR

COLDWELL BANKER

COLDWELL BANKER

CONFEDILIZIA

CONFEDILIZIA

Stay in Rome Apartments

Stay in Rome Apartments

exp italy

exp italy

Farinella

Farinella

Auxilia

Auxilia

CASA ITALIA RADIO

La prima web radio con la casa nel nome e nel cuore

BM – Puntata n. 203 – Ucraina, esempi di solidarietà nella solidarietà

Bricks and Music
Bricks and Music
BM - Puntata n. 203 - Ucraina, esempi di solidarietà nella solidarietà
/

✋ Intervista con Roberto Mainiero, Presidente Peter Pan onlus
🇺🇦 Ucraina, esempi di solidarietà nella solidarietà

Oggi è intervenuto ai microfoni di Casa Italia Radio, durante la rubrica quotidiana, Bricks and Music, condotta da Paolo Leccese ed il poliedrico ingegnere Emiliano Cioffarelli, Roberto Mainiero, Presidente di Peter Pan onlus.

Ecco di seguito un elenco di argomenti trattati:

Dopo l’inizio del conflitto in Ucraina alcune associazioni che fanno parte della FIAGOP hanno scritto una lettera al Ministro della Salute Speranza nella quale si manifestava preoccupazione per la sorte dei bambini malati di cancro ucraini, in particolare:

“…Ci rivolgiamo a Lei, a nome di tutti i genitori di bambini e ragazzi con cancro, perché il Ministero della Salute italiano si faccia parte attiva per la creazione di corridoi sanitari grazie ai quali portare in salvo i minori con cancro e leucemia che necessitano di cure e interventi urgenti. Infine, auspichiamo che il Ministero preveda azioni di sostegno straordinarie capaci di far fronte alla necessità di presa in carico da parte delle Aziende sanitarie regionali.
Le rinnoviamo, quindi, la ferma disponibilità delle nostre associazioni – probabilmente una goccia nel mare dei problemi che la popolazione ucraina sta affrontando – per far fronte all’emergenza, anche in
collaborazione con altre associazioni come Soleterre Onlus, che sappiamo da tempo impegnata a sostegno di alcuni ospedali Ucraini e con cui siamo in costante contatto….”

Leave a Comment